supplemento di ElCanillita.Info, lo strillone latinoamericano
Venerdì 15 Dicembre 2017

Djokovic, incontrastato

19 aprile, 2015

I finalisti Tomas Berdych e Novak Djokovic, vincitore dell’edizione 2015 del Monte-Carlo Rolex Masters.

Monte-Carlo, 19.04.2015
Il sipario è sceso domenica sull’edizione 109 del Monte-Carlo Rolex Masters, con la conferma di un’ovvietà. Quella del dominio attualmente incontrastato di Novak Djokovic nel tennis mondiale.

Il serbo si è concesso una seconda incoronazione nel Principato sconfiggendo Tomas Berdych, testa di serie numero 6, in tre set (7-5, 4-6, 6-3) dopo un finale senza precedenti di 2 ore e 42 minuti tra i due residenti monegaschi.

Il gran finale di questa settimana tennistica è iniziato alle ore 14 al ritmo della Fanfara dei Carabinieri del Principe, che ha suonato l’inno monegasco prima di rivisitare i brani “Get Lucky” di Daft Punk e “I love rock and roll.”
Nell’occasione, il campo centrale del Monte Carlo Country Club è stato rinominato “Campo Rainier III” in una cerimonia alla presenza di S.A. il Principe Alberto II e della baronessa Elisabeth-Ann de Massy.

Il segnale d’inizio della partita è stato dato alle ore 14.30 sotto un cielo minaccioso.
Se sulla carta partiva largamente favorito con un record di 18 vittorie e solo 2 sconfitte contro il ceco (Tomas Berdych, ndt), il serbo (Novak Djokovic, ndt) ha dovuto lottare per vincere il suo secondo titolo.
Come il giorno prima contro Rafael Nadal, il numero uno del mondo ha faticato ad entrare in questo gioco sconnesso e indeciso.
Meno incisivo rispetto ai turni precedenti, Djokovic ha commesso errori insoliti ed ha mostrato segni di fastidio. Berdych ha colto l’occasione per fare il suo gioco e, dopo l’interruzione del gioco per la pioggia, ha spinto il serbo in un terzo set.

Sul 5-2 del suo servizio, il numero otto mondiale ha cancellato un match point con una schiacciata da fondo campo ed ha così prolungato il duello rimettendosi in gioco.
In seguito, Novak Djokovic ha servito per il titolo.
Sul 40-15, il numero uno del mondo è stato in grado di concludere grazie ad un dritto troppo lungo del suo avversario.
“Questa è una delle partite più tardive che abbiamo dovuto giocare e Tomas Berdych si merita il titolo tanto quanto me,” ha voluto evidenziare il numero uno del mondo durante la consegna del trofeo.

Novak Djokovic continua dunque a cavalcare l’onda di un successo eccezionale da inizio anno.
Domenica, il numero uno mondiale è entrato nella storia di questo sport, diventando il primo giocatore nella storia a vincere i primi tre Masters 1000 della stagione.

Tomas Berdych, giocando la sua prima finale al Monte-Carlo Rolex Masters, non è stato poco meritevole ed ha contribuito, con la sua combattività, ad offrire una finale e particolarmente un terzo set giocati ad alto livello.

L’edizione 2015 ha anche confermato il ritorno alla forma di Rafael Nadal.
L’otto volte vincitore del Monte-Carlo Rolex Masters ha lasciato il Principato rassicurato per il suo gioco. “La mia migliore settimana della stagione” ha sottolineato il prodigio di Manacor, che ha potuto rifare il pieno di fiducia e ritrovare un tennis di alto livello.

Fonte: Ufficio Stampa Monte-Carlo Rolex Masters – SalaStampa.Eu
Credito foto: Realis
Traduzione in italiano: SalaStampa.Eu. – Riproduzione vietata.

Informazione di dominio pubblico

BlogDiario.info     ↑ Torna all’inizio

Parole Chiave:     
the_views()