supplemento di ElCanillita.Info, lo strillone latinoamericano
Venerdì 15 Dicembre 2017

Sotto il sole il secondo giorno al Monte-Carlo Open

14 aprile, 2015

Fabio Fognini, n. 28 nella classifica ATP.

Monte-Carlo, 13.04.2015
Il secondo giorno del Monte-Carlo Rolex Masters si è svolto sotto un gradevole sole quasi estivo. È stato segnato dall’omaggio che il torneo ed i giocatori francesi hanno reso a Patrice Dominguez, spentosi domenica all’età di 65 anni. Un momento carico di emozione sul campo centrale del Monte Carlo Country Club.

Erano le 14:15 quando Zeljko Franulovic, direttore del Monte-Carlo Rolex Masters, e Francis Truchi, che è stato co-direttore del torneo con Patrice Dominguez negli anni dal 2000 al 2004, è venuto al bordo del campo centrale insieme a Jo-Wilfried Tsonga, Gael Monfils, Gilles Simon, Benoit Paire, Jemery Chardy e Benjamin Balleret. I sei giocatori francesi si sono avvicinati alla rete per salutare la memoria del tennista ex numero 1 francese e DTN.

C’è stato un minuto di applausi in suo onore. Il pubblico, in piedi, ha accompagnato il momento di raccoglimento e di omaggio a questo grande uomo del tennis francese.

Per quanto riguarda il gioco, questa giornata ha delineato il ritorno in forma di Fabio Fognini (ATP 28). L’italiano si è facilmente qualificato per il secondo turno respingendo il polacco Jerzy Janowicz in 57 minuti (6-3, 6-1).

Altrettanto veloce è stata la sconfitta di Ernest Gulbis, testa di serie n. 13. Il lettone, semifinalista al Roland Garros l’anno scorso, si è fatto rispedire agli spogliatoi dopo 58 minuti dall’austriaco Andreas Haider-Maurer. Un risultato nella continuità della stagione 2015 piuttosto complicata per Gulbis, che ha vinto soltanto una partita a fronte di 8 sconfitte.

Da notare che John Isner, testa di serie n. 15, ha vinto facilmente il duello contro l’americano Steve Johnson (6-4,6-4).
Infine, Alexandr Dolgopolov ha estromesso il giovane talento croato Borna Coric, dopo un braccio di ferro durato tre set (7-5, 5-7, 6-2).

Per i francesi, il secondo giorno del Monhte-Carlo Rolex Masters è stato di forte contrasto, con un tasso di successo del 50%.
Benoît Paire, arrivato dalle qualifiche, è approdato al secondo turno sconfiggendo lunedì l’americano Denis Kudla (6-3,7-6). L’avignonese, al 90° posto nella classifica mondiale, lontano dalle competizioni per diversi mesi a causa di un infortunio al ginocchio sinistro, sta continuando il suo ritorno in forma ed in forza.

Invece, Edouard Roger-Vasselin ha già lasciato il torneo. Di fronte al portoghese Joa Sousa (ATP 56), ha pagato la sua seconda partita delle quallificazioni giocata contro il tedesco Struff. Al corto di carburante, ha perso in tre set (6-1,3-6,6-0).

Fonte: Ufficio Stampa Monte-Carlo Rolex Masters – SalaStampa.Eu
Credito foto: Realis
Traduzione in italiano: SalaStampa.Eu. – Riproduzione vietata.

Informazione di dominio pubblico

BlogDiario.info     ↑ Torna all’inizio

    
the_views()