Press "Enter" to skip to content

Uruguay: i trafficanti di droga attaccherebbero la polizia

Montevideo, 07.02.2020 – In Uruguay l’insicurezza è aumentata a tal punto che anche la polizia viene attaccata da criminali, mentre l’intelligence indaga se dietro questi attacchi ci siano gruppi di spacciatori.

Il nuovo governo che dal 1° marzo sarà guidato dal presidente eletto Luis Lacalle Pou dovrà affrontare un complesso problema di sicurezza, al punto che ha già annunciato che dichiarerà un’emergenza.

Oltre agli omicidi, alle rapine e alle violazioni di domicilio che la popolazione civile sta affrontando, c’è ora una nuova situazione: gli attacchi che la polizia riceve dai criminali, spesso per rubare le armi e i giubbotti antiproiettile.

Finora quest’anno, secondo i dati ufficiali del Ministero dell’Interno, 78 agenti di polizia sono stati vittime di crimini e due agenti di polizia sono stati uccisi da criminali.

L’ex legislatore Washington Abdala è l’avvocato del sindacato di polizia uruguaiano.

In un momento in cui i servizi segreti hanno iniziato a indagare se dietro gli attacchi ci siano gruppi di droga, l’avvocato del sindacato di polizia, l’ex legislatore Washington Abdala, ha criticato la mancanza di risposta da parte delle autorità attuali.

“Credere che i criminali in questo paese non gestiscano le informazioni è un atto ingenuo”, ha detto Abdala.

SalaStampa.Eu, affiliate of the networks operated by Broadcasting Board of Governors © 2019 BBG